Pubblicata la L.R. n° 9: ‘Norme per la promozione ed il sostegno delle Pro loco’. Il provvedimento è consultabile e scaricabile QUI modulidownload-pdf-150x150.

bollettinoNella nuova legge, seppur ricalcando gran parte della preesistente Legge R.30/2004 vi sono molteplici innovazioni contenute nel provvedimento regionale di emanazione presidenziale. La Legge Regionale n 9 (a firma del Consigliere Berardinetti L.), infatti, introducendo l’iscrizione obbligatoria delle associazioni Pro Loco su un Albo UNICO Regionale, va a sostituire gli Albi Provinciali ed abroga la L.R. 30 del 2004 che ne stabiliva l’istituzione: Riorganizzazione e finanziamento delle Associazioni Pro Loco. La L.R. riconosce, inoltre, il Comitato Regionale Abruzzese dell’UNPLI (Unione nazionale Pro Loco d’Italia) e le sub-regionali (UNPLI L’AQUILA) , e riconosce alle associazioni il ruolo di promozione ed accoglienza turistica; il Comitato Abruzzese può essere destinatario di contributi diretti per la sua attività, oltre che per progetti di rilievo sovracomunale, provinciale, e regionale.

Il nuovo provvedimento stabilisce norme transitorie che disciplinano le iscrizioni: le Pro Loco già iscritte agi Albi Provinciali – disciplinate dalla vecchia legge – saranno catalogate di diritto all’Albo Regionale provvisorio che sarà on line sul BURAT.

Verrà istituito un Tavolo Tecnico di Coordinamento tra Direzione Turismo Regionale e UNPLI Abruzzo, che attuerà le azioni programmatiche di destinazione di risorse.
Nel tavolo tecnico verranno messe le basi e regole per la migrazione all’albo regionale, attraverso una piattaforma online preparata dalla Regione Abruzzo.  Quindi tempi e modalità saranno comunicate in via ufficiale a tutte le Pro Loco d’Abruzzo attraverso i canali istituzionali, comunque nell’ottica inclusiva e non certo di esclusione.
Molte informazioni verranno divulgate presso l’assemblea regionale delle Pro Loco UNPLI Abruzzo che si terrà domenica 17 giugno 2018 alle 9.30 presso Montesilvano.

Le Pro loco che non adempiranno alle procedure che verranno concordate nel Tavolo tecnico saranno cancellate d’ufficio dall’Albo definitivo che la Regione pubblicherà sul BURAT e dovranno fare nuova domanda d’iscrizione. Infine ogni riferimento alla L.R. n°54 del 1997: ‘Ordinamento dell’organizzazione turistica regionale’ è soppresso e sostituito con il nuovo provvedimento.